DAL MANIFESTO
Il progetto della Costituente Islamica è per la costituzione di una democrazia interna

COS’È E DI CHI È?
L’assemblea Costituente islamica di Italia è uno strumento tendente a dare ai musulmani una rappresentanza eletta. Ci sono in Italia attualmente circa 2,6 milioni di musulmani, dei quali 900mila italiani (fonte ISMU). Una comunità importante e attualmente molto criticata per ragioni che sono marginalissime rispetto alla sua natura e volontà. La grande varietà etnica e delle culture di provenienza, il comunque vivace tasso demografico, l’età media, e la condizione sociale, ne fanno una comunità ancora non strutturata e quindi in deficit di capacità di rappresentarsi allo Stato e alle sue istituzioni.

COSA VUOLE?
Non a caso con il pretesto della mancanza di un “ente esponenziale” non sono mai iniziate le trattative per un’Intesa ex art.8 della Costituzione della Repubblica. (https://www.senato.it/1025…) A 25 anni dalla presentazione della prima Proposta di Bozza d’Intesa da parte dell’UCOII, e poi da altri soggetti, siamo al punto fermo per quanto riguarda la realizzazione di questo importante strumento di diritto civile. Crediamo sia giusto che noi cittadini musulmani italiani e musulmani residenti ci si acclari attraverso un processo che dia vita ad un’assemblea elettiva di, tendenzialmente, 100 uomini e donne che condividano fede, pratica e senso comunitario islamici. Questa Assemblea, che si rinnoverà entro tre anni, vorrà essere rappresentanza dei diritti e delle istanze di coloro che parteciperanno ad eleggerla e di tutti i credenti che riconosceranno nei suoi principi e nella sua prassi la ricerca del bene, nella pace e nel dialogo costante con l’insieme della società italiana, di cui si sente parte. L’Assemblea Costituente Islamica in Italia, farà formale richiesta d’Intesa alla Presidenza del Consiglio e in concorso fraterno con le altre rappresentanze dei musulmani, variamente costituitesi, opererà politicamente per iniziare il percorso di legge.

EVENTI
segui tutti in nostri eventi
BLOG
Segui le discussioni in corso
Assemblea Costituente islamica italiana, le ragioni di un nome. All’indomani della fine della seconda guerra mondiale, in un paese devastato dai bombardamenti ma ancora di più dalla guerra civile, si poneva il problema di ricostruire una convivenza su una base diversa rispetto a quella che era stata dall’unità d’Italia in poi, con la monarchia sabauda...
La nostra Comunità è un pezzo importante della umma e allo stesso tempo è fortemente italiana (cittadini 900 mila su 2,6 milioni) e nel giro di pochi anni il rapporto s’invertirà a favore della piena italianità. Quello musulmano è segmento importante della popolazione stimato in 5 milioni entro il 2030, giovane anche. Deve potersi rappresentare...
COMUNICATO STAMPA A proposito della distorsione del nostro progetto su alcuni media nazionali Da quando il Comitato Promotore dell’Assemblea Costituente Islamica si è presentato sui social media, il nostro progetto di democrazia costituzionale è stato fatto oggetto dell’attenzione pelosa delle testate della destra xenofoba e islamofoba, Il Foglio, Il Giornale, Libero, la Verità e ieri...
  LETTERA INDIRIZZATA AI SEGRETARI DI CGIL, CISL, UIL, AI COORDINAMENTI DONNE DI CGIL, CISL E UIL, AL SEGRETARIO DELLA CES Roma, 16 marzo 2017 – Susanna Camusso Segretario Generale Cgil – Anna Maria Furlan Segretario Generale Cisl – Carmelo Barbagallo Segretario Generale Uil – Luca Visentini Segretario Generale CES Ai Coordinamenti Donne Cgil-Cisl-Uil Vi...
Categories
Newsletter
Twitter