Newsletter
Twitter

Non è questione di sicurezza ma di pienezza di cittadinanza

C’è qualcuno che vuole, anche da parte musulmana, pensare ad un’autorità islamica che stabilisca metodi, norme e contenuti della nostra pratica collettiva. La necessità di un “vaticano” islamico viene invocata da almeno vent’anni da occhiuti politologi e socio-islamologi. Scopo dichiarato dare “unità d’interpretazione” ed, evidentemente, tenere sotto controllo una comunità considerata come aliena e più che...

C’è qualcuno che vuole, anche da parte musulmana, pensare ad un’autorità islamica che stabilisca metodi, norme e contenuti della nostra pratica collettiva. La necessità di un “vaticano” islamico viene invocata da almeno vent’anni da occhiuti politologi e socio-islamologi.
Scopo dichiarato dare “unità d’interpretazione” ed, evidentemente, tenere sotto controllo una comunità considerata come aliena e più che potenzialmente pericolosa per l’ordine pubblico e dell’ordinamento giuridico.
Invero, oltre a questo fine che avrebbe una sua logica di protezione dello status quo, c’è anche una sempre meno celata volontà di emendare, vuoi stravolgere il potenziale di eversione positiva che Allah e il Suo Inviato hanno implementato nella nostra spiritualità ed etica.
Vogliono un islam che nella sua forma pubblica e organizzata non si ponga come soggetto che proni al bene e condanni il male anche nel dominio politico sociale e proponga a un occidente spiritualmente sfibrato, eticamente compromesso e socialmente ingiusto, un umanesimo che rimetta la relazione virtuosa con il Creatore e il creato al centro della sua riflessione e prassi personale e collettiva.
Le moschee che vengono sprezzantemente definite “fai da te” sono invero trincee, anzi buche prodotte dalle bombe politiche e mediatiche che stanno cercando di devastare la nostra immagine e le nostre sicurezze. Buche dove si rifugiano i credenti in attesa di poter camminare a testa alta tra i loro pari, cittadini o residenti in Italia.
La Costituente è strumento di questa emersione e visibilità.
Passare dall’autorefenzialità di comodo, accettata in quanto ammaestrata e debole, alla piena dignità costituzionale e legale è responsabilità ineludibile di ogni musulmano e musulmana.

Leave a Reply
Categories
Newsletter
Twitter